Strumenti Utente

Strumenti Sito


Barra laterale

Solar Park

Cosa c'è da Sapere | What You Need to Know

Relazione Tecnico-Illustrativa | Technical and Explanatory Report

Studio di Prefattibilità Ambientale | Environmental Pre-feasibility Study

Elaborati Grafici | Architectural Graphics

Calcolo Sommario della Spesa e Quadro Economico | Summary Calculation of Expenditure and Economic Framework

Smart City

Cosa c'è da Sapere | What You Need to Know

Amministrazione | Government

Cittadini | Citizens

Edifici | Buidings

Ambiente Urbano | Urban Environment

Mobilità e Trasporto | Mobility & Transport

Infrastruttura ICT | ICT Infrastructure

Energia | Energy

Acqua | Water

Rifiuti | Waste

Info

Regolamento | Regulation

FAQ | FAQ

Comunità | Community

Contatti | Contacts


Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

sc:rifiuti

Trasformare il piombo in oro? Non conviene di più trasformare i rifiuti in risorsa? Se hai competenze, idee, suggerimenti, etc., esponili in questa sezione contribuendo a trovare, assieme, soluzioni per il Waste Management e il Recupero e Riciclo degli Imballaggi.


Rifiuti

Waste Management

Recupero e Riciclo degli Imballaggi


Progetto ARIA - Saline Joniche

L'area industriale di Saline Joniche può diventare un'area industriale “ecologica”. Riconvertendo gli impianti esistenti secondo l'ottica di Waste Management dei Dott. Tucci e Fagà, può divenire “ARIA” per la città metropolitana di Reggio Calabria, rigenerandosi in Area di Ri-ciclo Integrato Ambientale. Tale rigenerazione farebbe convergere in quell'area numerosi vantaggi di natura diversa tra loro (sociali, economici, ecologici, funzionali, turistici, etc.):

  • Viene mantenuta la destinazione d'uso dell'area ma con una veste completamente diversa facendo sposare assieme industria ed ecologia;
  • Mantenere l'area industriale significa rendere quell'area economicamente produttiva, favorendo l'occupazione nel settore secondario che da noi “fortunatamente” è mancato e che ora possiamo riprenderlo nell'ottica ecologica.
  • Assieme agli impianti di Waste Management, l'area può accogliere attività manifatturiere dedite anche al riuso dei materiali sia in termini funzionali che artistici favorendo così anche l'occupazione nel settore terziario.
  • Il taglio ecologico dell'intervento è per sua natura attrazione turistica che può essere alimentato con strutture ricreative sul tema del riuso e del riciclaggio diventando un vero e proprio Parco Ecologico.
  • In termini brutalmente pratici, vengono risolte alcune esigenze primarie della provincia come la gestione dei rifiuti. In termini più fini, un processo di Waste Management può trasformare i rifiuti in una vera e propria ricchezza come sapientemente mostrato dai Dott. Tucci e Fagà al 1° Simposio Internazionale ISTH2020 tenutosi a Reggio Calabria in maggio 2014.
  • L'area è già logisticamente predisposta per il trasporto delle merci sia via treno che via mare. Vengono così evitati i costi per la costruzione ex-novo a fronte di una più limitata parte di costi per la loro messa in operatività.
  • Il porto ritornerebbe ad avere la sua reale funzionalità continuando ad essere risorsa sia in termini industriali che turistici.
  • Quest'area diventerebbe un grande Parco Ecologico e porterebbe a tre grandi vantaggi contemporaneamente:
  1. valorizza la caratteristica incontaminata ed ecologica del posto;
  2. produce lavoro e ricchezza economica immediata sul posto;
  3. contribuisce a risolvere gran parte del problema rifiuti della nostra città “metropolitana” e forse anche di altre.
sc/rifiuti.txt · Ultima modifica: 16-02-2015 11:26 da gabry